Animali Fantastici: l’origine dell’Ordine della Fenice svelata nella saga?

Svelata la location del terzo film di Animali Fantastici, c’è sempre chi si chiede cosa ci aspetterà nei prossimi film.

Alla fine del film I Crimini di Grindelwald, tante sono state le domande che si sono posti i fans, rimasti delusi per alcune ‘questioni’ rimaste irrisolte. La J.K.Rowling, tuttavia, in un tweet recente ha ben spiegato che tutte le domande avranno una risposta esaustiva (noi di edicoladelnerd ne siamo stati sempre certi). Si parte dalla location, che sarà il Brasile e con la fantasia di tutti che già vola sui possibili risvolti della saga. Facendo, però, un passo indietro, si può notare che con ogni probabilità nel film I Crimini di Grindelwald c’è stato un nuovo riferimento alla saga madre fatta dalla scrittrice, Harry Potter.

Sul finire del secondo film della saga Animali Fantastici, Nicolas Flamel utilizza un libro incantato per parlare con una donna, la professoressa della scuola di Ilvermory, Eulalie Hicks. La donna nel parlare con l’alchimista, lo fa utilizzando il pronome personale in plurale “noi”. Come riferito dal the leaky caludron sembra che il riferimento è ad una vecchia organizzazione internazionale segreta di maghi e streghe. Organizzazione che ha il chiaro obiettivo di porre fine a tutto al potere di Gellert Grindelwald. Una sorta di Ordine della Fenice.

A questo punto come non far caso al libro incantato tenuto da Nicolas Flamel? Beh, guardate bene, sul libro c’è stampata una Fenice. E se si trattasse dell’Originaria Ordine della Fenice? Beh, per scoprirlo bisogna aspettare i prossimi film.

Avatar

Giancarlo Fusco

Laureato in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche ma da sempre affascinato dal mondo della scrittura. Autore del libro "Alla Ricerca del Natale Perduto". Adoro l’Universo Marvel e DC, Harry Potter, il cinema e per il resto, mi scoprirete!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *