I Crimini di Grindelwald, David Yates risponde alle polemiche sull’omosessualità di Silente

I Crimini di Grindelwald si appresta ad essere nelle sale per il secondo weekend di seguito con incassi da record in tutto il Mondo, eccezion fatta per il Giappone dove farà il suo esordio domani

Ormai è chiaro già da tempo. Il trend di criticare un prodotto ancor prima che lo stesso veda la luce, è un fatto che sta sfuggendo di mano. Molti sapientoni, unitisi ai classici leoni da tastiera, hanno iniziato a parlare male de I Crimini di Grindelwald già qualche mese prima che lo stesso film arrivasse alle Premiere. Si è cercato un appiglio su qualsiasi cosa pur di creare polemica. Quella più diffusa, tuttavia, riguarda la presunta relazione tra Albus Silente e Gellert Grindelwald.

Proprio su questo tema, affrontato pochi mesi prima della release, è tornato David Yates che nel corso di una bella chiacchierata fatta con il filmmaker Den of Geek, ha deciso di contestualizzare meglio la cosa. Il tutto con molta serenità ma togliendosi ugualmente qualche sassolino dalla scarpa contro tutti quelli che hanno polemizzato sulla questione.

Qui di seguito le dichiarazioni di Yates:

«C’è questo lato inesplorato e tragico del personaggio che non era mai stato approfondito in precedenza. Un aspetto problematico, una vera e propria bruciatura emotiva di Silente che nasce proprio dalla sua relazione con Grindelwald, con il dover fare i conti con la sua tragedia familiare. È un essere umano spezzato. Ed è un lato che Jude sta ricercando e troverà mano a mano che la storia prosegue. [Sulle polemiche circa le sue vecchie dichiarazioni sulla sessualità di Silente, ndr.] Ormai, l’avere a che fare con persone che sparano sentenze prima di vedere un film, sembra fare parte della nostra quotidianità. Mi era stato domandato se avremmo trattato la questione della loro relazione omosessuale e non risposi che avremmo evitato di dire che erano gay o cose del genere. Dissi, semplicemente, che non era quello il focus principale del film. Ma abbiamo creato questa scena così bella e tenera fra loro due e mi pare abbastanza esplicito che quella fra loro due sia stata una relazione passionale, emotiva e sensuale».

Avatar

Giancarlo Fusco

Laureato in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche ma da sempre affascinato dal mondo della scrittura. Autore del libro "Alla Ricerca del Natale Perduto". Adoro l’Universo Marvel e DC, Harry Potter, il cinema e per il resto, mi scoprirete!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *