Nicolas Flamel, ecco chi era il creatore della Pietra Filosofale

Oggi parliamo di Nicolas Flamel, grande alchimista e autore di testi sulla magia. Nicolas è famoso perché la leggenda narra sia stato capace di inventare la Pietra Filosofale. Per tale motivo è stato nominato in “Harry Potter e la Pietra Filosofale” senza dimenticare che è comparso anche in “Animali Fantastici, I crimini di Grindelwald”.

Nicolas Flamel, inoltre, viene citato anche in Indiana Jones, il Codice Da Vinci ed i fumetti della DC Comics. Insomma, ci troviamo dinanzi ad un vero e proprio ‘monumento’.

Ora non ci resta che analizzare la storia di Flamel per capire quanto c’è di vero e quanto di fantastico.
Flamel è nato a Parigi, non si conosce la data di nascita ma siamo certi di quella di morte avvenuta nel 1418. Sposato con Perenelle, donna più vecchia di lui con la quale ebbe un matrimonio di comodo. Perenelle lo ha reso vedovo abbastanza presto e ciò gli ha permesso di passare in agiatezza gran parte della sua vecchiaia. La casa loro sita in Rue de Montmorency è tutt’ora in piedi ed è la casa più vecchia di tutta Parigi.

Sappiamo anche che Nicolas aveva due botteghe anche se di lui non ci rimane altro che la sua lastra tombale, che nei secoli l’ha reso protagonista delle più svariate teorie, molte delle quali fantasiose. Di vero c’è che lastra è stata progettata direttamente da lui nel 1410 e contiene immagini di Gesù,Pietro e Paolo. In principio Nicolas fu sepolto sotto essa nella vecchia Chiesa di Sant Jaques de la Boucherie (distrutta durante la rivoluzione francese) ed è ora parte del Museo Nazionale del Medioevo presso l’Hotel de Cluny a Parigi. Abbiamo anche la copia del suo testamento (22/11/1416) da cui emerge un tenore di vita elevato ma non inimmaginabile come poi si dirà in seguito. Se cercate oggi vicino al Louvre potrete trovare due vie dedicate ai due sposi.

Le fantasie riguardo a Flamel invece ci conducono due secoli dopo la sua morte quando tramite un volumetto chiamato “Le livrea de figures hièroglyphiques” contenenti la spiegazione delle figure di un timpano nel Cimitero degli Innocenti di Parigi. Flamel si occupò del restauro del timpano ampliandolo per poter tumulare al suo interno le ossa dei cadaveri in sovrannumero grazie a delle arcate. L’introduzione di Padre Arnauld De Le Chevaliere ci parla dei tentativi di Nicolas di venire a capo di un misterioso testo comprato su indicazione di un angelo che gli era apparso in sogno.

Flamel per risolvere l’enigma, all’epoca, sarebbe andato in Spagna, terra esoterica dove avrebbe incontrato un vecchio saggio, il quale avrebbe gli avrebbe svelato che quel testo era parte di un antico grimoro. I grimori sono libri di magia in cui si mescolano liste di angeli e demoni, corrispondenze astrologiche, istruzioni per preparare pozioni, medicine, incantesimi e come invocare entità sovrannaturali. Il grimoro trovato da Nicolas sarebbe stato quello del Mago Abramelin uno dei più grandi esponenti della cabala ebraica.

Decifrando quel libro Flamel e sua moglie diventarono maestri dell’arte alchemica capaci quindi di creare la Pietra Filosofale con la quale poter mutare metalli in oro e creare l’elogio di lunga vita, motivo per il quale lo troviamo nel mondo magico di Harry Potter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *