Ricette potteriane: muffin di casa Weasley

 

 Ricette potteriane: muffin di casa Weasley

 «Che cosa vuoi, Harry?» domandò la signora Weasley. «Porridge? Muffin? Aringhe? Uova e pancetta? Pane tostato?» HP5

La mattina dell’udienza disciplinare al Ministero della Magia, Harry è troppo nervoso per toccare cibo. La signora Weasley gli propone diverse deliziose opzioni, tra cui i muffin. Cosa sceglie Harry ha poca importanza, dato che è troppo nervoso e riesce a buttar giù a malapena un boccone.

L’origine del muffin viene datata nel medioevo ed esattamente  in Galles dove i contadini mangiavano una sorta di moofin, che però non erano dolci.

Si trattava di focaccine tonde e lievitate che venivano cotte su una piastra e poi tagliate a metà e spalmate di burro. Dal Galles questi dolcetti arrivarono in Inghilterra in età vittoriana, veniva consumato soprattutto dalle classi più basse ed era preparato con  il pane avanzato del giorno prima, ritagli di biscotti e  patate schiacciate. L’impasto, fatto in piccole palline, veniva fritt0.

I domestici non riuscirono a nascondere questa squisitezza per molto tempo, i dolcetti cominciarono ad essere preparati per l’ora del tè. È in epoca vittoriana che questi dolcetti prendono ufficialmente il nome di muffin (li troviamo citati per la prima volta nel 1703).

I muffin che andiamo a preparare sono quelli più moderni, cotti al forno, più morbidi ma non meno deliziosi. Perfetti per ospiti dell’ultimo minuto perché pronti in pochi minuti e ottimi con tutti gli ingredienti (anche salati).

 

 

Ingredienti

200 g farina

40 g di farina di cocco

60 g di cacao amaro in polvere

160 g di zucchero

1/2 bustina di lievito

150 g di latte

2 uova

60 g di burro

Preparazione

Unite gli ingredienti secchi in una ciotola e mescolate.

Unite in un’altra ciotola le uova sbattute, il latte, il burro fuso e mescolate il tutto

Mescolate il composto liquido con quello secco con un cucchiaio di legno.

A seguire mettete l’impasto in stampini precedentemente preparati (meglio se in pirottini antiaderenti), facendo attenzione a riempirli a non più di 3/4.

 

Infornate per 15/20 minuti in forno preriscaldato a 180° . Eccoli, sono già pronti! Fateli raffreddare e poi gustateli, per colazione, per merenda o come delizioso dopocena.

Questa ricetta potteriana si presta alle modifiche che più vi piacciono, con mandorle, con mele, con frutta secca o con pezzi di cioccolato, mantenendo gli ingredienti base: farina uova e zucchero. Per il resto scatenate la vostra fantasia!

La  prossima ricetta potteriana?

Biscotti

Quali?

Lo scoprirete….devo prima scoprire la ricetta giusta, sto ancora sperimentando!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *