Da Voldemort a Chloe! Emma Watson ‘resiste’ anche ad Allison Mack

A volte il filo sottile che separa la finzione dalla realtà è davvero sottile e non bisogna mai sottovalutarne le possibili conseguenze.

La carriera come attrice di Emma Watson va, decisamente, a gonfie vele. La nostra Hermione è, ormai, diventata una donna (e che donna) e ‘resistere’ al suo fascino sembra essere praticamente impossibile. Fin qui tutto sembrerebbe normale anche perché quando si è una star è facile intuire che orde di fans sarebbero disposti a tutto pur di trascorrere anche un solo attimo con un proprio idolo.

Quello che però stiamo per raccontarvi, tuttavia, va ben oltre il buon senso. Sembra infatti che Emma Watson fosse entrata nelle grazie di Allison Mack, la star della serie TV Smalville.

La storia è tanto complessa quanto poco piacevole. Allison Mack è stata, infatti, arrestata con l’accusa di reclutare donne per la setta che ha come capo Keith Raniere. L’attrice si è sempre difesa da ogni sorta di accusa dichiarandosi innocente. Il pubblico ministero, però, l’ha dipinta come una crudele reclutatrice, pronta a piegare le sue vittime ai piaceri sessuali del santone della setta.

Spulciando nel dossier della polizia, si evince che la stessa Allison aveva una relazione sessuale con Raniere insieme ad almeno altre 15 donne. La prima a testimoniare contro l’attrice è stata Samia Shoaib, attrice de Il sesto senso la quale ha mostrato tutte le e-mail ricevute dalla Mack. Tuttavia proprio la Shoaib si è mostrata sorpresa all’arresto della stessa in quanto non aveva mai percepito alcuna tensione sessuale quando era in sua compagnia. Il tutto, forse, vista la sua età (47 anni).

Quel che, però, sembra incastrare definitivamente la Mack sono i tweet inviati alla ‘nostra’ Emma Watson (non solo a lei, ma anche alla cantante Kelly Clarckson).

Il primo messaggio inviato alla Watson, risale al gennaio 2016 dove si evince un certo interesse per la stessa attrice da parte della Mack che parla di un fantastico movimento di donne di cui vorrebbe parlare proprio con lei. A questo primo tweet se ne sono, poi aggiunti altri che sono stati inviati nonostante l’assenza di risposte della Watson. Se ne contano almeno altri tre che fanno sempre riferimento al gruppo e al desiderio di parlare con la nostra Hermione. Tutti senza risposte, ma poco conta perché l’accusa e le prove sembrano incastrare del tutto la Allison Mack.

 

 

Giancarlo Fusco

Laureato in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche ma da sempre affascinato dal mondo della scrittura. Autore del libro "Alla Ricerca del Natale Perduto". Adoro l’Universo Marvel e DC, Harry Potter, il cinema e per il resto, mi scoprirete!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *