Destiny 2: la missione “Ritorno a casa” sarà più semplice nel gioco finale.

La beta di Destiny 2 si è ormai conclusa con non poche polemiche.

La community si è espressa sul risultato della beta, tanti malumori sono emersi a causa del dannatissimo errore “Moose” che affliggeva gran parte dei giocatori impedendogli di proseguire la prima missione della storia.

Proprio nella prima missione “Homecoming” molti giocatori si sono lamentati della difficoltà di gioco, definendola anche in alcune parti come “frustrante”.

C’è da dire anche che in tanti hanno incontrato grosse difficoltà nella parte finale della missione, quella riguardante le turbine da distruggere.

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/20374760_1750918501588441_7900013758254701028_n.jpg?oh=50be3df133f87c6b2e2cd7293cdd1310&oe=59F20D3B

Di conseguenza Bungie, a seguito delle lamentale, avrebbe deciso di semplificare la missione.
In particolare nella versione finale di Destiny non troveremo più 3 turbine rotanti, bensì solo 1, semplificando la quest.

Guardiani, pareri a riguardo?
Anche voi avete trovate frustrante la prima missioni di Destiny 2?

Vi ricordiamo che il gioco è atteso per il prossimo 6 settembre su Ps4 e Xbox one, mentre, per la versione PC bisognerà attendere il 24 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *