The Book of Boba Fett: L’episodio della Forza

Stimati cavalieri Jedi  provenienti da ogni parte della galassia, bentornati nella nostra Cantina.
Pronti per l’ultimo episodio di domani, ci ritroviamo qui a parlare delle ultime vicende della serie “The Book of Boba Fett” che hanno scosso il nostro universo preferito.

Questa volta ci ritroviamo a procedere con la storia su due fronti e location diverse: La prima è l’ormai familiare deserto di Tatooine, mentre la seconda sembra essere un pianeta rivestito da una verde foresta ancora senza nome, dove una vecchia conoscenza ha deciso di fondare la sua scuola.
Ma andiamo con ordine e ripercorriamo i punti salienti attraverso i moltissimi personaggi apparsi in questo sesto capitolo.

 

COBB VANTH

L’episodio si apre su Tatooine offrendoci il ritorno sulle scene di Cobb Vanth, colui che rese a Din Djarin l’armatura di Boba Fett, intento a scacciare i Pyke dalle sue terre.

I veloci input iniziali sul pianeta natale di Skywalker ci danno una chiara idea di ciò che sta succedendo, i Pyke e il sindacato sono ormai decisi a fare del pianeta la loro personale area di commercio rendendo pensieroso lo sceriffo di Mos Pelgo.

Dopo uno scontro a fuoco a senso unico in favore di Vanth, “ogni cosa li fuori” è al momento ripulita dallo sporco contrabbando di spezia

 

 

 

LUKE SKYWALKER & GROGU

Dopo pochi tesi momenti iniziali il focus si sposta quasi immediatamente sull’arrivo di Mando al pianeta in cui dovrebbe ritrovare il suo Grogu, ad accoglierlo c’è R2D2 che lo scorta attraverso le foreste del posto fino ad un vero e proprio cantiere in cui dei droidi stanno costruendo un tempio dalle fattezze decisamente famigliari.

Non ci vuole molto a capire che per il momento tutto ciò che dovremo fare è attendere. R2 si spegne e Mando si ritrova solo.

Solo dopo alcuni momenti sospesi da una soave colonna sonora giungiamo sulla collina dove Luke Skywalker e Grogu stanno meditando.
O meglio, Luke medita mentre il piccolo è distratto dal grande numero di succosi ranocchi nei dintorni.

Il Maestro Jedi sfodera una connessione con la forza per richiamare l’attenzione del suo allievo per poi decidere di cogliere l’occasione e parlargli del maestro Yoda.
Momenti intrisi di significato si susseguono mentre Luke sceglie di concedere il suo aiuto a Grogu per concedergli la possibilità di ricordare il suo passato.

Ne segue un flashback in cui il piccolo ritrova nella sua memoria alcuni momenti al tempio Jedi durante l’attacco della 501esima.
Non ci è dato sapere se ricorderà altro, per il momento la caduta per mano dei cloni di alcuni Jedi incaricati di proteggere il child è l’unico tassello pervenuto.

AHSOKA

Mando scatta e si rende conto di avere Ahsoka al suo fiaco e i due iniziano subito a interagire e  svelandoci dettagli sul tempio in costruzione.
La struttura in questione diverrà la scuola del maestro Luke e vedrà Grogu come primo studente ma Mando non rallenta, vuole vedere il suo piccolo amico.

Ahsoka dunque rivela a Din che cosi facendo renderà il percorso di Grogu più difficile ed è quindi ora per Mando di affrontare la difficile decisione di lasciarlo andare.
Niente paura, il pacchetto con all’interno l’armatura di Beskar forgiata dalla lancia, su misura per il nostro piccolo Padawan verde, viene consegnata e Ahsoka avrà premura di consegnarla.

 

L’ADDESTRAMENTO

Questa parte dell’episodio è semplicemente una vasca piena di citazioni, easter eggs e feels.
Momenti epici come la corsa con Yoda in spalla, il remoto d’addestramento di Ben Kenobi sul Millennium Falcon, “fare o non fare“, si susseguono mentre Grogu fa progressi nell’uso della forza.

 

UN MOMENTO TANTO ATTESO

Ahsoka e Luke finalmente insieme è un avvenimento che in tantissimi di noi, da tantissimo tempo, aspettavamo fantasticando sul quando, il come e soprattutto su cosa sarebbe potuto essere ascoltato da una loro conversazione.

Nell’episodio capiamo che questo incontro è già avvenuto!

Probabilmente grazie ai pensieri di Grogu, Luke è venuto a conoscenza dell’allieva di suo padre sopravvissuta dunque pare averla trovata o contattata in qualche modo (o viceversa?) e i due hanno già avuto modo di conoscersi e passare del tempo assieme. Ma questa è una mia supposizione personale.

L’allieva e il figlio di Anakin Skywalker sembrano essere preoccupati per la presenza del Mandaloriano e l’effetto che questo potrebbe avere sul Padawan Grogu, consigliandosi sul da farsi.
Nelle battute finali del loro confronto Ahsoka consegna a Luke il dono di Mando per Grogu e lo congeda, paragonandolo a suo padre, prima di andarsene per quello che sembra un periodo di tempo imprecisato.
Bellissimo.

 

 

TATOOINE

Non c’è tempo per altro a quanto sembra, è ora per Mando di andare da Boba Fett e onorare l’impegno preso con Fennec Shand.

Boba Fett presiede al palazzo di Jabba e i presenti sono molteplici e agguerriti, a spiccare immediatamente è Din Djarin seguito dallo Wookiee Krrsantan e dai Mod, tutti intenti all’ascolto della riunione strategica tenuta da Fennec.

I nostri conoscono le posizioni dei Pyke e le tre famiglie criminali di Mos Espa non sembrano voler dire la loro al riguardo.

I Pyke stanno tramando qualcosa e la tempesta è vicina, servono più uomini, ma Mando ha già un’idea di dove potrebbe palesarsi una soluzione. Bisogna offrire da bere e Cobb Vanth.

CAD BANE

Dulcis in fundo arriva lui, il temibile cacciatore di taglie Cad Bane, a minacciare Cobb Vanth da parte dei Pyke.
Non sembra molto amichevole e l’offerta che propone non è accettabile.
Ahimè, Bane si impone e se ne va lasciando a terra sceriffo e vice sceriffo. Cobb sembra essere colpito alla spalla ma rimane senza sensi mentre Bane infierisce più colpi sul vice sceriffo.

Per chiudere male, il rifugio, la fantastica Cantina vista finora nei vari episodi della serie subisce un pesante attentato da parte dei Pyke… Maledetti, vanno sul personale, non credete?

LA SCELTA

L’episodio tramonta portandoci di nuovo da Luke e il suo Padawan per il quale giunge un momento importantissimo.
Il maestro Jedi parla a Grogu della visita di Mando e del regalo che gli ha lasciato, ma prima di permettergli di prenderlo estrae la spada laser del maestro Yoda, proponendogli una scelta.

Ora è tempo della domanda: Cosa sceglierà Grogu? L’armatura regalatagli da Mando cedendo all’attaccamento per coloro che ama e rinunciando alla via del Jedi, o la spada laser di Yoda, entrando cosi di fatto nell’accademia di Luke Skywalker come primo studente?

Per chiudere… devo dirlo, non mi aspettavo davvero di vedere Ahsoka, non mi aspettavo molto di quello che è stato messo sul piatto, quasi senza sosta in questo penultimo episodio.
Ho ritrovato tanto di quello che mi immaginavo quando fantasticavo sugli eventi dopo “il Ritorno Dello Jedi”.
Semplicemente fantastico!
Insomma, credo fermamente che davanti a questo episodio ci sia chi ha naufragato tra le emozioni e chi mente.

Che la forza sia con tutti noi per domani.

Simone Medori

Batterista Diplomato all’AMM National School, insegnante. Amante del cinema e Jedi dissidente di professione, passo la mia vita tra sala prove, studio di registrazione e la mia tana ripiena di LEGO e altre meraviglie provenienti dall’universo di Star Wars... Vuoi una citazione? Parlare di musica o della Forza? Sono la persona giusta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *